La casa è dove è la mia stuoia.

Se esiste una forma di attaccamento nella pratica Yoga è  quella per il proprio tappetino. Gli Yogi erano soliti usare la pelle di tigre, simbolo della forza necessaria per seguire il difficile Sentiero, oggi l’importante è avere qualcosa di nostro per praticare. La scelta del Tappetino e della sua custodia è molto personale, ora la grande diffusione di materiali bio e non ci permette di rendere una sessione persino trendy. Cresciuta ed abituata a praticare in Accademia Yoga 1969, Tempio del Bianco, del Silenzio e del Naturale, ho sofferto un po a prendere in considerazione il “mat-terassino” che emana odore di plastica nuova (nelle migliori occasioni). Passai quindi in rassegna le diverse forme di mat: lana merino, pieghevoli e facili da trasportare, tinta unita e sfumati, con i simboli dei Chakra stampati, per il prato, per il mare, per il non si sa mai… Di tutto e di più da poterne aprire un negozio.

tappetino-yoga-regalo

Regalarsi un tappetino è Nutrire il Rituale Sacro per la Pratica Yoga. Più volte ho riportato l’attenzione sui dettagli che bisogna curare per rendere Prezioso il nostro Spazio nel Tempo. L’attimo prima che precede l’inizio della pratica, l’Anima ospita quella sensazione piacevole di Gioia mista ad Emozione, stiamo per “Incontrarci”. Come ad ogni “primo appuntamento” spinti dal richiamo del Sè, accediamo a quel meraviglioso e magico Mondo oltre ogni Forma e limitazione del Tempo. Tutto si dilata piacevolmente e all’Appuntamento Sacro arrivano puntuali i nostri Ospiti: il Respiro ed il Cuore.

iStock-612825258-1024x683

Con la disciplina che è ormai Codice acquisito, srotoliamo il nostro materassino, come si posa un lenzuolo profumato sul letto che presto accoglierà l’Amore. I gesti delicati, l’attenzione al Silenzio sui Passi, sulle Parole e persino sulle Azioni crea la differenza fra chi è arrivato da poco allo Yoga e chi Vive lo Yoga. La “Stuoia” per il Corpo e per l’Anima è pronta ad Accoglierci, tutto Ora può avere inizio. Come gli ospiti desiderati ed invitati, arrivano a noi Doni inaspettati. Il respiro rallenta, gli occhi si aprono alla vista interiore, rallenta il nostro pensare e nell’immobilità dell’Asana, il Verbo sussurra: “Io Sono”.

magic-carpets-084-2 (1)

Nella Pratica che diventa Portale d’Incontro, le Frequenza Nuove arrivano a farci visita. Siamo nella Scelta di poterle far entrare o no, il Sentire si amplifica e l’Espansione della Coscienza sopraggiunge: “Io Sono”. Padroni del nostro Tempo, Spazio, Corpo e Respiro, Celebriamo il Rinnovarsi di una Nuova Consapevolezza: La casa è dove è la mia stuoia!

cos_e_yoga1

Con il Sorriso sulle labbra e nel Cuore Trasformiamo un gesto così semplice e apparentemente necessario in un Rituale Amoroso per la nostra Pratica. Anche un Semplice mat-terassino è un Segno del nostro Cammino.

Buona Pratica.

Cinzia Onorati.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmailfacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *