Happiness Jar

0G7kiHEz_400x400

La prima volta che ho sentito parlare dell’Happiness Jar era alla radio, poco prima della fine del 2016.

Una ragazza, telefonando ad una trasmissione, raccontava che lei ogni anni ne prepara uno.

Funziona così: si sceglie un barattolo nel quale si inseriscono, durante l’anno, dei bigliettini su cui si scrivono la data e le situazioni felici, le piccole grandi gioie, le emozioni che si vivono.

A capodanno si apre il barattolo e si leggono i bigliettini inseriti, per ricordare e rievocare tutti i bei momenti vissuti. Credo che dalla quantità di bigliettini che si troveranno a Capodanno si possa capire con che occhi scegliamo di guardare il mondo e di vivere la nostra Vita…

800280d462df6e0110599fb4f522e862--gratitude-jar-ministry-ideas

L’idea mi è piaciuta subito perché credo che, oltre ad essere un gioco simpatico, sia anche un modo per apprezzare e dare la giusta importanza sia alle cose belle che ci succedono nel corso dell’anno ma anche, e soprattutto, a quelle circostanze “minori”, quelle che potremmo inserire tra i “momenti di trascurabile felicità” che altrimenti andrebbero forse perdute.

imagesCXOFHUBM

Perché in fondo la vita è fatta di alcuni momenti di grande felicità e forti emozioni, pochi (si spera) di grande dolore, ma più ancora e soprattutto di piccole gioie, brevi sensazioni, brividi fugaci che, credo, meritino la giusta attenzione e rilevanza, perché sono loro che alla fine fanno davvero la differenza.

Per queste ragioni ho deciso, lo scorso Capodanno, di farne, uno per me e di regalarne ad alcune persone care, uno ciascuno ovviamente, tutti personalizzati; e questo Natale ho voluto ripetere l’esperienza, con altri destinatari naturalmente, compresa la figlia di nove anni di una mia collega (presente tra le foto accanto a quello fatto per la madre…)

IMG-20171221-WA0009

Qualcuno che conosco ci ha inserito anche piccoli oggetti significativi, legati a un bel ricordo o a un bel momento.

Alla radio non dicevano come dovesse essere esteticamente il barattolo; si può optare per un comune barattolo di latta o di vetro, oppure decidere di esprimere la propria creatività per personalizzare il proprio barattolo (o quello che vogliamo regalare) con nastri, perle, strass, adesivi, scritte o tutto ciò che la nostra fantasia ci suggerisce.

DIY_Jar_of_Happiness_Section2_Still001

Poi, se il barattolo non è piaciuto o nel caso in cui si abbia voglia di “archiviare” l’anno appena trascorso, il 31 dicembre si può decidere di inaugurare una nuova tradizione che preveda, dopo aver letto i bigliettini, di lanciare e fracassare il barattolo e festeggiare il nuovo anno in arrivo!

Buon 2018!

Rita Cortellesi

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.