L’eterna ricerca dell’Equilibrio.

Sentirsi in Equilibrio è Sentirsi in Pace con se stessi. Quando la coscienza ed corpo cammino insieme, allora l’equilibrio si manifesta. La “teoria della bilancia” illustra però che nella vita l’energia pesa inevitabilmente su un lato o sull’altro: sul Cuore o sul Successo, sulla Salute o sul Sociale… ecc. Ma se decidessimo di far Trionfare Tutto e Tutto Insieme? Come acrobati cerchiamo di passare dall’altra parte, guardiamo in basso e ci accorgiamo che non c’è la rete di protezione per eventuali cadute, puntiamo i piedi, freniamo di scatto e senza respiro meditiamo sul da farsi. L’Equilibrio va scoperto, cercato e  nutrito. Lo Yoga ci insegna come fare.

images

Le posizioni di Equilibrio sono fondamentali per la pratica Yoga, scopriamo insieme il loro “Messaggio Magico”. Nei testi Yoga queste posizioni vengono descritte come Strumenti per Comprendere come la nostra Energia si Esprime all’Interno/Esterno del nostro Corpo Sacro.

Attingendo al significato della Parola Yoga (Unione con Dio) estrapoliamo tra le infinite sfumature il concetto di Equilibrio Energetico. Potremmo parlare di Shiva-Shakti, di Maschile-Femminile, Ying/yang, Ida-Pingala, Sole-Luna e così via.

La Posizione è un mezzo/strumento per leggere fisicamente il linguaggio del nostro Essere in quel momento. Le condizioni favorevoli possono essere tante affinché una pratica riesca, la tecnica in questo caso attinge allo stato d’Animo. Sorridevo incredula all’idea che una posizione potesse aiutarmi a Nutrire l’Equilibrio psicofisico, lo trovavo un po’ assurdo. Oggi sono Grata a quell’Impegno che è stato stra-premiato, fornendomi dettagli sul linguaggio Sacro del Corpo, il mio e quello degli altri. L’abitudine risiede nell’alimentare la Separazione, lo Yoga fa la differenza, “Unisce” e fa Fluire come l’Acqua le Energie Creatrici. L’Emisfero Sinistro esprime l’Energia Femminile, la luna, la Madre, il Cuore ed il Sentire. L’Emisfero Destro esprime l’Energia Maschile, il Sole, il Padre e l’Azione.

“La danza del maschile e del femminile produce lo spettacolo fluttuante della realtà creata, della vostra creazione. È uno spettacolo di grande bellezza, in cui l’energia maschile e quella femminile si adorano e celebrano la loro collaborazione e la loro unione giocosa. Ed è così che dovrebbe essere. L’energia maschile e quella femminile appartengono insieme, sono due aspetti dell’Uno, e insieme esse celebrano la gioiosa manifestazione che la Creazione dovrebbe essere” www.jeshua.net.

ashtanga-yoga-poses-1170x736

 

Quando il Femminile ed il Maschile si incontrano all’interno e all’esterno del nostro corpo, l’Equilibrio psicofisico è nutrito e ben stabile. Tutto in noi e fuori di noi è la manifestazione dello Yin e dello Yang, più accorti saremo ad accogliere e a far nostre le informazioni di queste due energie e più l’equilibrio porterà lucidità, ordine ed energia. Il Corpo, Tempio dell’Anima, sceglie la via dell’Equilibrio per Esprimersi e Ri-partire Sempre ogni giorno. Si nasce e si Rinasce sempre, ad ogni Respiro.

Pratichiamo ora insieme un’asana che è portale di Ri-scrittura delle Pagine della propria vita. Teniamo cura di massaggiare bene tutto il corpo dal basso verso l’alto prima di praticare. Meglio ancora se abbiamo già sollecitato tutto il corpo con altre posizioni, predisponendo il nostro Corpo, ormai caldo, all’esperienza dell’equilibrio.

Urdhva Mukha Paschimottanasana

tư thế ngồi kéo thẳng chân

Controindicazioni: Eseguite con cautela in caso di ernia discale, iatale, sciatica e artrosi alla spina dorsale, fragilità capillare e disturbi circolatori agli arti inferiori. Come si esegue: Seduti, massaggiate bene dal piede alla coscia soffermandovi accuratamente sulla zona inguinale.  Afferrate le piante dei piedi lateralmente e sollevate i piedi, tenendo le piante unite (fase preparatoria). Distendere poi gli arti tesi verso l’alto alternatamente (fase intermedia) e poi insieme. Mantenete la posizione con le gambe chiuse o aperte, con respiri lenti e profondi. Benefici: Oltre a favorire l’equilibrio psicofisico, rafforza i tendini e i legamenti degli arti inferiori. A livello sottile sollecitiamo tutti i nostri Chakra, in maniera particolare il 1°, Mūlādhāra Chakra e il 4° l’Anāhata Chakra Affermazione: Nella Scelta, possiamo ripetere mentalmente: “Riscrivo le Pagine della Mia Vita”.

Buona pratica!

Cinzia Onorati

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.