PASSIONE OJOS DE DIOS

Tutto cominciò così, per caso, un giorno, navigando su Facebook, notai un evento molto vicino a me, “impariamo a tessere l’anima attraverso gli Ojos de Dios”.

E’ stato subito amore, quelle meraviglie tutte colorate, che da tempo mi affascinavano e stimolavano la mia curiosità, ma soprattutto il mio desiderio, erano li a portata di mano!

Mi sono così ritrovata insieme ad altre donne, intorno ad un tavolo, dove tra gomitoli di lana colorati e bastoncini in legno, la mia creatività stava per dare il meglio di sè!

Creare un Mandala con le proprie mani è molto più di un atto creativo, non ci si limita alla scelta di un colore o di un ipotetico disegno geometrico, non è soltanto un’espressione di abilità manuale o di manufatti più o meno elaborati, più o meno belli, più o meno perfetti. E’ un viaggio dentro noi stessi, è espressione della nostra personalità, del vissuto emotivo del momento ed è nostro e solo nostro.

Gli Ojo de Dios, originari del centro-sud America, venivano tessuti dai padri;  per la nascita di un figlio veniva intrecciata la parte centrale, ogni anno seguente veniva aggiunto un giro e al Mandala si affidava la preghiera, la benedizione, la richiesta di protezione per il propio bambino.

Raggiunto il quinto anno di età il Mandala veniva donato agli spiriti, portandolo in natura nell’attesa che gli intenti potessero realizzarsi. Sono manufatti che racchiudono magia, speranza nella provvidenza, fiducia nella protezione degli Dei.

Realizzare un Mandala porta un senso di pace, dona calma, relax, assenzanza di pensiero, può essere considerata una vera e propria forma di meditazione attiva.

La base di un Ojo de Dios è formata da due bastoncini intrecciati a croce, rappresentazione dei 4 punti cardinali, il sopra e il sotto, il cielo e la terra, i quattro elementi, il tutto e il nulla. La scelta dei colori, la forza con cui i fili vengono tirati o lasciati più morbidi, il “giro” orario o antiorari parlerà di noi, del nostro stato d’animo del momento o del “blocco” da rimuovere.

mandala

Tessere un Mandala è, se vogliamo, anche preghiera, a lui possiamo affidare i nostri intenti e dargli forma, vederlo appeso nella nostra stanza o all’aperto, conferirà determinazione nell’intento.

La sua presenza rinnoverà in noi il coraggio e la determinazione e l’armonia dei colori che noi stessi abbiamo scelto, ci riporterà ogni volta che lo guarderemo, a quel momento di pace, donandoci ogni volta la medesima sensazione di serenità.

E’ molto facile imparare a tessere un Ojo de Dios e grazie ai molti tutorial presenti in rete potremo facilmente evolvere in opere sempre più belle ed elaborate; attenzione però, crea dipendenza! Ma non ci sono controindicazioni a riguardo.

Date libero sfogo alla creatività, al vostro sentire, arricchitelo di piume, perline, nappine, usate legnetti trovati in natura o fibre naturali, pietre, tutto quello che vi viene in mente e godete della sua presenza.

In poco tempo vi troverete a farne per amici, parenti, come doni per nascite o festività, ne gioverete voi e chi amate.

Che la fortuna che apportano sia proprio questa?

Bruna

 

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.