Yogalibri

Nel mese che celebra la prima Giornata Mondiale dello Yoga (21 giugno 2015), lascio che a parlare siano alcune delle letture più ispiranti che hanno segnato il mio personale cammino interiore. Ardua l’impresa di limitarmi solo a 10, ma magari deciderò di implementare questa lista con top ten nuove e aggiornate nei mesi a seguire. La lettura di testi “sacri”, di biografie di maestri e, in generale, di libri che facilitano riflessioni e meditazioni sul senso della vita, rientra nella pratica yogica come una delle attitudini da coltivare secondo i Niyama del Raja Yoga (o Asthanga Yoga), per l’esattezza lo Svadhyaya che letteralmente significa auto-inchiesta, studio del Sé.

Yoga – Armonia – Potenza – Saggezza. Lo yoga dei grandi maestri di Giorgio Furlan
Per chi pratica già yoga o per chi vuole iniziare, questo testo è uno strumento validissimo grazie alla chiarezza di esposizione e al contributo fotografico molto corposo. L’hatha yoga qui insegnato, pur riprendendo fedelmente le asana tradizionali classiche, è “adattato” agli occidentali, con fasi di preparazioni del corpo che accompagnano l’allievo piano piano alla posizione progredita completa. Per ogni asana (posizione) viene riportata la fase preliminare, quella intermedia e quella avanzata; vengono inoltre indicati gli effetti che ciascuna posizione ha sul piano fisico, emotivo e spirituale. Vengono indicati i tempi di mantenimento e le controindicazioni. L’Autore è direttore dell’Accademia Yoga 1969 di Roma, una delle più importanti e conosciute scuole di Yoga in Italia

Autobiografia di uno Yogi di Paramhansa Yogananda
Un libro commovente, intenso, semplice e al tempo stesso profondissimo, come chi l’ha scritto del resto. Dietro al destino eccezionale toccato a questo grande maestro spirituale si scopre un percorso umano fatto di dubbi, incertezze, tormenti, debolezze e sofferenza che la forza spirituale di Yogananda è riuscita a trasmutare fino in fondo. Di Yogananda si conoscono le grandi frasi ispirate, gli aforismi illuminanti che fanno il giro del web, ma forse si conosce meno la tormentata vicenda personale, dall’infanzia all’adolescenza, il lato più “umano” che fa apprezzare ancora di più la grandezza di questo Guru: un incoraggiamento per tutti gli ostacoli che si incontrano nella via dell’autorealizzazione. Un libro fondamentale, al pari della Bhagavad Gita, per il ricercatore spirituale che magari si sente scoraggiato per le difficoltà inevitabili che incontra nel suo cammino. Un libro da cui lasciarsi ispirare. Ed emozionare.

Alimentazione Yoga di Paramhansa Yogananda
Come ogni testo di Yogananda, anche questo è una fonte inesauribile di saggezza. Con una pecca, forse, per noi occidentali: la maggior parte delle ricette è un pò lontana dal nostro mondo, nel senso che utilizzano ingredienti molto specifici dell’India, difficilmente reperibili nei supermercati italiani. Ma nulla esclude di prendere spunto da queste ricette per elaborazioni creative più fattibili nelle nostre cucine, cambiando qualche ingrediente. Pezzo forte, invece, è a mio avviso la lunga parte introduttiva del libro, incentrata sull’argomento cibo e salute. Sono pagine di fondamentale importanza per chiunque aspiri a uno stile di vita sano sia dal punto di vista fisico che mentale, con suggerimenti pratici su come concretizzare nella vita quotidiana un regime alimentare equilibrato, energetico, gustoso ma anche “spirituale”, tenendo conto che “noi siamo quello che mangiamo”. Un libro imperdibile per chi pratica yoga ma consigliato a tutti per l’irrefrenabile carica positiva che trasmette.

Il linguaggio nascosto dell’Hatha Yoga di Swami Sivananda Radha
Ne ho parlato/scritto qui

Iniziazione allo Yoga sciamanico di Selene Calloni Williams
Un vero e proprio “libro di guarigione”, uno di quelli che mentre lo leggi senti che già qualcosa in te si sta smuovendo, anche perché ricco di suggerimenti pratici ed esercizi da poter effettuare da soli. Ma il coinvolgimento deriva innanzitutto dall’esperienza che l’Autrice riporta in prima persona, una vita – quella di Selene Calloni Williams – che, da sola, potrebbe valere un libro a parte. Rendendo il lettore partecipe della sua iniziazione al risveglio, allo yoga tantrico e allo sciamanesimo avvenuta dopo vicissitudini non proprio facili nello Sri Lanka, l’Autrice-sciamana ci immerge prepotentemente nelle magiche trame del “metodo” tantrico che ha nell’immedesimazione (“diventa ciò che vuoi conoscere”) una chiave essenziale. Chi cerca soluzioni sbrigative e indolori, non si avvicini per nulla a questa lettura: il tantra è qualcosa che sconvolge la vita, prima di migliorarla in tutti i suoi aspetti. La frase che mi porto sempre dentro di questo libro è: “non attaccarti a nulla, nemmeno allo Yoga”. Un libro che ti porta per mano verso la libertà totale.

Il risveglio della dea. Il potere sciamanico delle donne. La via femminile alla guarigione di Vicki Noble
Non lasciatevi fuorviare dal titolo: è un libro che vale per tutti, uomini e donne. Ma per le donne lo reputo una lettura davvero cruciale. Ed è un libro che parla di yoga molto più di quanto si possa immaginare. Yoga sciamanico, integrale, persino astrologico e astronomico. Turbolento come può esserlo solo un vero risveglio. La dea non è forse la Kundalini che giace addormentata alla base della nostra colonna vertebrale? La Shakti cosmica, energia nervosa a carattere sessuale, che prima di creare il nuovo, distrugge. Ma pur sempre crea, ininterrottamente. Niente è impossibile durante il risveglio della Dea che è in noi.

La potenza del pensiero di Swami Sivananda
Nella libreria del ricercatore spirituale è un libro che non può mancare. In pochi, chiari, semplici concetti Swami Sivananda rende accessibili a tutti i risultati della scienza millenaria dello Yoga. Il benessere dell’uomo dipende fortemente da come si “usa” la mente, ovvero dai pensieri a cui diamo rilevanza. Imparare ad usare bene il potente strumento che è la nostra mente è il primo passo verso l’autorealizzazione. Il linguaggio ispirato e spirituale di Sivananda non deve “scoraggiare” chi magari non abbraccia nessuna religione, perché l’emancipazione interiore di ciascuno non ha niente a che vedere con fedi dogmatiche. E’ proprio la libertà il regalo più grande che ti concede la lettura di questo libro, la libertà di scegliere quotidianamente la via della gioia interiore.

Bhagavad Gita – Il Canto del Beato
Durante uno dei miei vari seminari di approfondimento, lo Swami indiano che teneva il Satsang (incontro), introdusse la lezione affermando: “se uno mettesse in pratica i versi della Bhagavadgita avrebbe risolto tutti i problemi della vita”. Nei 700 versi (sloka) racchiusi in 18 capitoli è concentrata tutta la forza spirituale da cui lo Yoga trae le sue radici filosofiche e culturali. La lettura metaforica di questo “Vangelo dell’India” è il superamento delle battaglie quotidiane e delle difficoltà che il ricercatore incontra nel suo cammino e l’invito all’azione disinteressata (karma yoga) in sintonia con la propria missione di vita (dharma) e la fiducia nell’amore cosmico (bhakti) che incessantemente la sostiene.

Lo Yoga nella Vita – La pratica quotidiana di una vita illuminata di Donna Farhi
Di questo libro mi porto dentro la bellezza della trasposizione che l’Autrice fa dei concetti basilari della pratica yogica nel contesto della vita quotidiana occidentale. Una sorta di traslitterazione epistemologica che, soprattutto per i neofiti e per chi non ha molta dimestichezza con le filosofie orientali, può risultare molto utile. Semplice, chiaro, diretto, scorrevole e anche coinvolgente come un romanzo.

 Sri Aurobindo – L’avventura della Coscienza di Satprem
Di Sri Aurobindo bisognerebbe leggere tutto, tanta è la potenza ispirante, concreta e rivoluzionaria di questo grande filosofo indiano, maestro e iniziatore dello Yoga Integrale (Purna Yoga) “uno yoga che va oltre lo yoga stesso”, uno yoga cellulare perché agisce così a fondo nella materia da poterla trasmutare fin dentro le cellule. Peccato (si fa per dire) che ai posteri Aurobindo abbia lasciato una quantità inverosimile di scritture tra libri, riviste, libretti e interventi speciali tutti di una profondità disarmante e non sempre di facile lettura. Non meno prolifica fu la sua compagna spirituale Mére. Suggerisco questo libro di Satprem come primo approccio alla vita, all’opera e all’essenza dello yoga integrale di Sri Aurobindo.

Blog: ilmestieredeldare.blogspot.com
Twitter@shantiomartino
Pagina Facebook: Cecilia Martino

FacebooktwitterredditpinterestlinkedintumblrmailFacebooktwitterredditpinterestlinkedintumblrmail