Nel progettare il Nuovo Anno, iniziato da pochi giorni, risuona fortemente la parola Abbondanza. Ogni lezione che mi accingo a preparare deve avere quella Frequenza allineata con il Vivere dell’attimo: approdo cosi a Gomukhasana la posizione del Muso di Vacca.   Gomukhasana per gli indù è la Vacca Sacra, simbolo di Offerta ed Abbondanza. Il Cuore la sceglie e viaggio insieme a lui, seguo il suo Ritmo e mi Abbandono al suo insegnamento. Ripasso la tecnica, assumo l’asana, sincronizzo il Respiro e… vivo la posizione!

Consiglio Sempre un rilassamento o un momento di raccoglimento fisico e mentale prima di iniziare a Praticare. Lo Yoga è un contenitore di Filosofia, Carisma e Goia, si adatta alle necessità del praticane ed elargisce Prana intelligente. Dopo aver posto il corpo in uno stato di rilassamento attivo, nella posizione Shavasana e dopo aver Respirato consapevolmente per qualche attimo, la pratica arriva  a noi come un dono.  Gomukhasana non ha controindicazioni e stimola tutti i Chakra, possiamo quindi assumerla in tranquillità e in massima apertura mentale.

Gom 1

 Seduti, gambe divaricate, busto eretto, mani in appoggio laterale sul tappetino.

Gom 2

Pieghiamo la gamba sinistra e portiamo sopra la destra incrociandola.

Gom 3

Inspirando solleviamo il braccio destro verso l’alto e poi pieghiamolo dietro la schiena. Anche il braccio sinistro é piegato dietro la schiena. Cerchiamo di agganciare le due mani. Manteniamo dai 5 ai 10 respiri. Mentalmente ripetiamo l’affermazione “Mi apro all’Abbondanza”.

4

 

Sciogliamo per poi cambiare la posizione sia delle gambe che delle braccia. Se l’incrocio delle gambe accavallate risulta troppo impegnativo, possiamo sederci sui talloni o restare nella posizione semplice (gambe incrociate) o possiamo aiutarci con un mattoncino yoga da mettere sotto i glutei. Se l’aggancio con le mani non è facile, possiamo aiutarci con una “prolunga”, sarà sufficiente un asciugamano.

Nell’alternare su un lato e sull’altro ascoltiamo le nostre sensazioni. Dove il corpo richiede maggiore impegno cerchiamo di sostare qualche respiro in più ed indirizziamo il nostro Respiro Luminoso ad Armonizzare.

Tra i tanti benefici, questa splendida Asana Sacra, spinge l’energia esistente alla base del nostro corpo, verso l’alto, fino a raggiungere il cervello. Favorisce l’espansione toracica, portando beneficio alle vie respiratorie. Favorisce una corretta postura della schiena e, a livello Sottile, agisce su tutti i nostri Chakra.

Una buona pratica dona Sempre  tanti piccoli/grandi viaggi all’interno del nostro Sè. Impariamo a Trasformare la pratica in una meravigliosa occasione per Incontrarci, Sentirci e Viverci.

E che Yoga sia!

Cinzia Onorati 

FacebooktwitterredditpinterestlinkedintumblrmailFacebooktwitterredditpinterestlinkedintumblrmail