Tra la Testa e il Corpo risiede il passaggio fra la Terra e il Cielo. Si dice che, chi si dedica professionalmente ad un’attività piena di responsabilità, porti il “peso” del mondo sulle spalle e sul collo. Sette sono le vertebre cervicali (non di certo un numero a caso) che compongono il collo, le più piccole e fragili della colonna. Proprio perché conduttore/messaggero fra testa e corpo è un’antenna sempre ricettiva che ci invita a Trasformare le Informazioni e ad eliminare le Separazioni, “Siamo Cielo, Siamo Terra”.

L’Energia Kundalini scorre dal basso verso l’alto all’interno della colonna e nel suo Risveglio fluisce armonica l’energia dei Chakra. All’interno del collo risiede il Chakra della Gola, Vishuddi Chakra, il centro della comunicazione, la sede delle ghiandole endocrine e centro direzionale del metabolismo e passaggio di tutto ciò che “mandiamo giù” anche contro la nostra volontà. Quando arrivano i mal di gola è bene usare un foulard o sciarpa di colore blu o sulle sue sfumature. Il Colore corrispondente al Chakra, posto sulla zona interessata, offre un supporto alla ripresa delle funzioni regolari. Quando nella postura il collo porta la testa in avanti, possiamo prendere in considerazione che qualcosa in noi, all’interno, ha ceduto. Al contrario, se la testa tende ad andare verso l’alto c’è una predisposizione all’elemento aria, poco sarà il radicamento e la concretezza presenti nell’essere. La società è colpita per il 30-50% dalla cervicalgia che si manifesta con formicolio e intorpidimento a livello delle spalle e delle braccia fino alle mani, problemi alla vista e all’udito, rigidità del collo, perdita dell’equilibrio, mal di testa, senso di nausea e vertigini. Con questi sintomi viene meno e con certezza una buona qualità di vita.

Lo Yoga interviene con Rispetto e Controllo sulla possibilità di Sciogliere le tensioni accumulate sulle spalle, sul collo e all’interno del tratto cervicale. Praticheremo ora insieme una semplice sollecitazione al Collo, tenendo cura di non trascurare nessun dettaglio.

Contrazione del Collo e della Gola in quattro fasi: avanti, indietro e lateralmente.

Controindicazioni: Nessuna. In caso di pressione troppo alta o troppo bassa si consiglia di non mantenere troppo l’apnea piena. Come si esegue: Seduti, massaggiamo bene il collo dall’alto verso il basso. In posizione comoda, possiamo usare il cuscino sotto i glutei, schiena diritta, capo alto, occhi chiusi. Inspirare. Mentre tratteniamo l’aria nei polmoni il mento cerca il petto; manteniamo quanto possiamo e poi esalando torniamo al centro. Inspiriamo e mentre manteniamo l’aria nei polmoni, il capo va all’indietro; manteniamo quanto possiamo e poi esalando torniamo al centro. Inspiriamo e mentre tratteniamo l’aria nei polmoni un orecchio cerca la spalla corrispondente; manteniamo quanto possiamo e poi esalando torniamo al centro. Inspiriamo e mentre tratteniamo l’aria nei polmoni l’altro orecchio cerca la spalla corrispondente; manteniamo quanto possiamo e poi esalando torniamo al centro. Affermazione: Nella Scelta, possiamo ripetere mentalmente: “ Che le mie Parole siano Pure e Nuove”. Benefici: Utile in caso di artrosi cervicale. Allenta le tensioni accumulate sul collo. A livello sottile sollecitiamo il 5°, il Viśuddha Chakra.

Dedichiamo Tempo alla pratica Consapevole per il nostro Collo, ogni parte del nostro Corpo è Sacro e come tale e Portale di dante Esperienze, Ricordi e Messaggi.

Cinzia Onorati

 

FacebooktwitterredditpinterestlinkedintumblrmailFacebooktwitterredditpinterestlinkedintumblrmail